Realizzazione di un progetto artistico/sociale con la Fonderia delle arti

Realizziamo un arazzo con la “Fonderia delle arti”

Premettendo che…

Nella nostra società si sta perdendo il concetto di condivisione che, nella nostra società, è contemplato solo se si parla di social network; condividere e comunicare è diventato virtuale e si sta perdendo la fisicità del vivere.

smartphone-569076_640
Da questa panoramica sociale nasce questo progetto artistico, finalizzato alla condivisione della materia dell’arte e il corpo dell’arte, oltre la semplice collettività, restando uniti e unici nel Tutto.
Condivisione significa anche condividere insieme uno spazio, un tempo e un’energia che, in questo percorso, sarà artistica.

In cosa consiste il progetto?

Il progetto si pone come finalità la sensibilizzazione a condividere emozioni, sensazioni ed esperienze tra
donne di diverse età, professioni, etnie ma che sono accomunate dal loro essere donna.
Il laboratorio sarà condotto da un’esperta della terapeuticità artistica e da un’esperta di moda e costume.
È rivolto principalmente a tutte quelle donne che vogliono condividere la loro storia con altre
donne.
Sono previsti due incontri settimanali presso la sede dell’associazione artistico-culturale Fonderia delle Arti di Malnate (per saperne di più scarica la locandina). La prima data sarà martedì 6 ottobre dalle ore 20.30 alle 22.30.

tapestry-755294_640

L’obiettivo: la condivisione

Il progetto si prefigge l’obiettivo di creare un’opera condivisa, sotto forma di arazzo.
L’arazzo è una forma di arte tessile: le stoffe con cui saranno creati saranno messe a disposizione dall’associazione stessa e da altre portate dalle partecipanti. Ogni pezzo di stoffa verrà rielaborato e trasformato in una creazione artistica, che sarà accompagnata da un progetto grafico realizzato prima di intervenire sul pezzo di stoffa.
Successivamente ogni opera verrà cucita insieme alle altre produzioni.

Ogni donna porta con se una storia, che racconta di fatiche, di rinunce, di sfide, di partenze ma anche di conquiste, di vittorie e di amore. Simbolicamente ogni pezzo di stoffa vuole rappresentare la singola storia della donna che viene a intrecciarsi con quella di altre donne formando inevitabilmente un legame e uno scambio di emozioni.

Vogliamo dare l’opportunità alle donne del nostro tempo di incontrarsi, raccontarsi e confrontarsi affinché non si sentano sole e possano confermare la propria presenza e la propria unicità.

Le opere saranno poi esposte in una mostra con data, luogo e permanenza ancora da definire.

Per partecipare:

Per iscriverti basterà inviare un’email all’indirizzo eosvarese@virgilio.it, specificando:

  • nome e cognome
  • professione
  • recapito telefonico
  • ente di appartenenza (facoltativo)

Per maggiori informazioni telefonare allo 0332 231271.

Scarica la locandina.

Questo laboratorio è parte del progetto “Armonie di voci per progetti di donne” – Bando volontariato 2014, Cesvov – ideato con Donna SIcura di Travedona Monate e Centro Icore di Gorla Maggiore, centri di ascolto e accompagnamento per le donne maltrattate.